Bucatini con finferli e friggitelli

INGREDIENTI PER DUE PERSONE
50 gr di friggitelli;
100 gr di finferli;
200 gr di bucatini
prezzemolo;
un paio di peperoncini.

Preparazione
Lavate accuratamente i finferli sotto l’acqua corrente, dopo di che lasciateli in ammollo per un paio di minuti per togliere l’eventuale terra residua (vi assicuro che un pò ne resta sempre anche lavandoli con attenzione).
Metteteli su un canovaccio ad asciugare.
Nel frattempo. dopo aver lavato i friggitelli, privateli del picciolo e dei semi.
In una pentola, possibilmente antiaderente, mettete a scaldare un cucchiao di olio l’oliva con un rametto di rosmarino. Quando sarà ben caldo versate i friggitelli tagliati a pezzetti e fate rosolare per un paio di minuti circa. A questo punto aggiungete i funghi.
Coprite e lasciate cuocere per una decina di minuti.

Qualche minuto prima della fine della cottura aggiungete il peperoncino piccante oppurtunamente sminuzzato.
A questo punto è  giunto il momento di spegnere il fuoco, aggiustare di sale e versare il prezzemolo tritato.
Facoltativa l’aggiunta di semi di finocchio (meglio ancora del finocchietto selvatico)o di anice, in piccolissima quantità per via dell’intenso profumo che potrebbe coprire quello degli ingredienti.

Superfluo dire che mentre si segue questa procedura l’acqua va messa a bollire.
I bucatini vanno cotti per dieci minuti o comunque scolati quando sono molto al dente.
Questo perchè la cosa migliore da farsi è spadellarli per un paio di minuti.
La cottura avrà modo di ultimarsi in modo ottimale e la pasta si amalgamerà perfetta con funghi e peperoni.
Variante
Visto che avevo un avanzo di carne di vitello, poco per poter preparare un secondo, l’ho utilizzato in questa ricetta. Tritato in pezzetti piccolied aggiunto a metà cottura assieme a funghi e peperoni.

Video consigliato: The Gathering – Leaves

Comments

comments

About Andrea Murales 153 Articles
Mi occupo di grafica e web design da un decennio. Da qualche anno mi sono avvicinato al mondo della scrittura online, come web writer e content editor.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.